Sparatoria contro Poppella, la vicinanza del rione Sanità. «Ai proiettili preferisco i fiocchi di neve»

24 febbraio 2017



NAPOLI - Un intero quartiere è sceso in campo a sostegno della pasticceria Poppella al rione Santà dopo il raid di stampo camorristico di ieri mattina.

In prima fila, a manifestare la propria solidarietà il presidente della III municipalità, Ivo Poggiani, che già ieri si è schierato contro la recrudescenza del racket nel quartiere. «Così il rione Sanità risponde all'agguato di ieri alla storica pasticceria Poppella - scrive il presidente su Facebook - Un carnevale popolare organizzato dalle realtà di base che ha come tema principale la lotta all'ignoranza. Nel quartiere con il più alto tasso di dispersione scolastica, bisogna ripartire dalla scuola e dai maestri di strada. Qualcuno oggi ci voleva depressi e paurosi, ma oggi siamo festosi e compatti!».

«Non vado via, amo il mio quartiere»

«Tutto il quartiere, da ieri, mi sta dando coraggio - ha dichiarato il titolare della nota pasticceria - non so dire cosa sia successo e perché, però ringrazio il mio quartiere per l'affetto che mi sta dimostrando. Grazie a loro vado avanti e resto qui dove sono. Amo questo quartiere perchè è il mio quartiere». «Stamattina anche i bambini sono venuti con uno striscione - ha aggiunto - per dirmi che preferiscono i fiocchi di neve ai proiettili».

Articoli correlati

Paura al rione Sanità, spari contro la pasticceria Poppella
Sparatoria contro la pasticceria Poppella, Saviano: «Lo Stato è il protettore della camorra»
Spari contro Poppella, la Commissione anticamorra: «Urge più sicurezza alla Sanità»
© Riproduzione riservata