Domenica 24 settembre 2017 17:40

Parthenope Village ad una settimana dall’inaugurazione è già flop, De Magistris rompe l’accordo




NAPOLI - E' partito con il piede sbagliato il Parthenope Village tanto che il sindaco Luigi De Magistris, come riporta il Corriere del Mezzogiorno, ieri pomeriggio ha predisposto gli atti ufficiali per rescindere l’accordo con la PjEvents, la società che a fine maggio si è aggiudicata il bando di gara per allestire in via Caracciolo un villaggio estivo. «E' inaccettabile», così il primo cittadino di Napoli ha liquidato il Village che a sei giorni dalla sua inaugurazione, tra l'altro slittata dall'11 al 18 luglio e per questo la madrina Maria Grazia Cucinotta per impegni già presi non ha presenziato al taglio del nastro, così come lo stesso De Magistris, rischia già di chiudere i battenti. E' seccato il sindaco per il livello bassissimo della proposta formulata sul lungomare, non in linea con quanto sottoscritto nell’accordo con Palazzo San Giacomo. Se erano previsti 55 stand spalmati su 5mila metri quadrati tra aree ristoro, spazi riservati allo sport e ai bambini nel tratto che va da piazza della Repubblica all’incrocio con la fine di viale Dohrn si assiste ad un alternarsi di stand che hanno più l'aria di bancarelle dal profilo disomogeneo e aree ristoro più da fiera che da lungomare della Costa Azzurra, perchè era questo l'intento di De Magistris: trasformare per un'estate il lungomare di via Caracciolo ai livelli della riviera francese. Del resto il Parthenope Village fin da subito ha mostrato segni di instabilità dovuti ad alcuni ritardi burocratici e tecnici. «Abbiamo avuto un contributo meraviglioso di tutti gli uffici e degli assessorati – dice Annamaria Scala, amministratore della Pjevents – purtroppo per alcuni aspetti non eravamo pronti e la burocrazia non ci ha aiutati». Oltretutto manca un calendario degli eventi «saranno comunicati settimana per settimana» aveva spiegato il direttore artistico Diego Di Flora. Adesso perchè il lungomare non sia solo fiera del tarocco e noccioline caramellate o zucchero filato il Comune di Napoli è già al lavoro per garantire almeno il Ferragosto sul palco della Rotonda Diaz. © Riproduzione riservata