Si spegne all’età di 87 anni Carlo De Gaudio, icona del Circolo Canottieri




NAPOLI - Lutto nel mondo sportivo cittadino, all'età di 87 anni si è spento Carlo De Gaudio, presidente benemerito del Circolo Canottieri. Classe 1928, fu consigliere della Federcalcio e capo della delegazione dell'Italia ai mondiali in Spagna del 1982, anno in cui gli azzurri vinsero la Coppa del Mondo. De Gaudio si trovava ad Ischia con la sua compagna quando ha accusato un malore che ha portato ad una crisi respiratoria che gli è risultata fatale. Il Circolo è chiuso da oggi pomeriggio con la bandiera a mezz'asta e tutte le attività sono momentaneamente sospese. Il rito funebre è stato fissato per domani alle 13.30 nella Chiesa di San Gennaro, al Vomero. Tanti i messaggi di cordoglio, fra i quali spicca quello del sindaco di Napoli Luigi De Magistris «La città partecipa commossa al dolore della famiglia, della Figc e del Coni per la scomparsa di Carlo De Gaudio che fu grande dirigente sportivo ed uomo sempre attento alle grandi potenzialità sportive della città. Un cordoglio che vogliamo estendere al circolo Canottieri Napoli che fu un'altra casa sua per molti decenni.» Assieme a quelle del sindaco, arrivano anche le parole di Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio «Se ne va un caro amico, mio e di Napoli - ha invece spiegato Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio di Napoli - Un imprenditore di razza ma anche un grande sportivo che non si è mai risparmiato come brillante e incisivo dirigente del Coni e della Federcalcio. Stiamo vivendo un agosto molto triste perché dopo l'indimenticabile impresario Francesco Caccavale - ha aggiunto Maddaloni - ci lascia un altro caro amico, un compassato e sobrio gentiluomo con la verve di un giovanotto» ©Riproduzione riservata