Sabato 25 novembre 2017 10:25

Gli assassini di Anatolij sono stati condannati a venti anni di carcere




NAPOLI - Venti anni di carcere. E' la condanna inflitta dal giudice del Tribunale di Nola, Giuseppe Sepe, ai due protagonisti della rapina al supermercato di Castello di Cisterna, conclusasi con l'assassinio di Anatolij Korol, il muratore-eroe, intervenuto per sventare il crimine. Si conclude dunque con una dura condanna il percorso processuale in primo grado di Gianluca Ianuale, 22enne reo confesso di aver sparato e ucciso Korol, e del fratellastro Marco Di Lorenzo, 32 anni. Condannato a 20 anni di reclusione anche il 50enne Emiliano Esposito, mentre è stato condannato a tre anni e quattro mesi per il 40enne Mario Ischero. Entrambi sono accusati di complicità nell'assassinio del muratore ucraino. Il giudice ha riconosciuto ai due presunti autori dell'omicidio, Ianuale e Di Lorenzo, divenuti nel frattempo collaboratori di giustizia, le circostanze attenuanti generiche.