Alfano a Napoli, vertice in Prefettura sulla sicurezza in città
In mattinata ha partecipato all'intitolazione dell'istituto scolastico di piazza Crocifisso a Casola di Napoli all'agente della polizia di Stato, Raffaele Iozzino, medaglia d'oro al valor civile




NAPOLI - Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, è giunto da poco negli uffici della Prefettura a Napoli dove sta presiedendo, insieme al prefetto Gerarda Pantalone, una riunione tecnica di coordinamento con le forze di polizia sulla sicurezza in provincia di Napoli.

Un vertice nel quale saranno anche analizzati i recenti episodi di sangue avvenuti in diversi quartieri cittadini negli ultimi giorni.

Il ministro prima di arrivare in Prefettura ha partecipato alla cerimonia di intitolazione dell'istituto scolastico di piazza Crocifisso a Casola di Napoli all'agente della polizia di Stato, Raffaele Iozzino, medaglia d'oro al valor civile. «Questa comunità deve essere orgogliosa di aver espresso un eroe, di aver avuto tra i suoi cittadini un uomo che, essendo morto per servire il Paese, farà ricordare Casola nella storia d'Italia», ha detto Alfano.

Iozzino nel 1971 decise di arruolarsi nella pubblica sicurezza per realizzare il suo sogni di diventare un poliziotto. Si formò presso la scuola di Alessandria per essere trasferito successivamente al Viminale e diventare componente della scorta di Aldo Moro: morì ucciso nell'attentato di via Fani del 16 marzo del 1978.

A promuovere l'intitolazione sono stati il sindaco di Casola, Domenico Peccerillo e il dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo, Donatella Solidone.

© Riproduzione riservata