Giovedi 23 novembre 2017 14:10

Qualiano, è guerra del sindaco contro l’affissione abusiva dei manifesti funebri




QUALIANO (NA) - Troppi manifesti funebri abusivi, questo il motivo di un'accesa polemica che in queste ore sta prendendo piede nelle sale del Municipio di Qualiano, nel Napoletano. Un fenomeno che ha stancato perfino il sindaco della cittadina, Ludovico De Luca, che avrebbe trovato una soluzione più congeniale, per evitare che le mura degli edifici pubblici vengano letteralmente tappezzate dai manifesti affissi dalle onoranze funebri.

Si tratterebbe, in sostanza, dell'installazione in territorio cittadino di trentasei bacheche ad opera di uno sponsor che verrà designato nei prossimi giorni, che permetteranno l'affissione esclusiva di manifesti funebri, diminuendo così lo sgradevole impatto estetico registrato fino ad oggi.

Gli spazi messi a disposizione dal Comune di Qualiano, poi, potranno essere utilizzati da tutte le imprese funebri per un totale di tre anni, indipendentemente dallo sponsor che si occuperà delle installazioni.

Il problema dell'affissione abusiva e selvaggia di manifesti funebri sembra esser stato fino a oggi una vera e propria spina nel fianco per l'amministrazione comunale: «Su questo fronte Qualiano è terra di nessuno - ha detto il sindaco della cittadina - È ora di dire basta, bisogna dare decoro anche a questo settore. Non è bello né per i familiari dei defunti né tanto meno per il decoro cittadino. Spesso, infatti, i manifesti restano affissi per mesi sulle cabine elettriche, telefoniche o sui muri e non è certo un bello spettacolo».

© Riproduzione riservata