Martedi 12 dicembre 2017 13:06

Natale a Napoli, a Chiaia via le luminarie private




NAPOLI - Da domani saranno rimosse le luminarie montate lateralmente lungo Via Chiaja, in vista delle festività Natalizie, su iniziativa di un progetto promosso e realizzato dal Consorzio Chiaja. Il motivo? Qualcuno dei commercianti non ha voluto aderire all'iniziativa, rifiutandosi di pagare la cifra di circa 100 euro imposta dal consorzio per poter apporre le luminarie, facendo salire il costo a 130 euro per le attività che non si sono tirate indietro. Tuttavia, nella giornata di domani, le luminarie saranno smontate e i soldi verranno rimborsati a quelle attività che si trovano ad aver pagato e ad essere circondate da altre che non hanno voluto aderire all'iniziativa - probabilmente nella speranza di poter approfittare dei rispettivi vicini. «Preferiamo restituire i soldi a chi si trova nei pressi di negozi che non hanno versato la quota e che purtroppo resteranno in angoli di strada bui. Ci dispiace ma non avevamo altra scelta e siamo stati costretti a tutelare gli interessi di chi ha fatto sistema appoggiandosi» così Carla Della Corte, la numero uno del Consorzio Chiaja. Inoltre, con il progetto luminarie, salta anche il giardino d'inverno che sarebbe stato allestito in Piazza San Pasquale. Così sfuma la possibilità di brillare per uno dei quartieri della Napoli che piace tanto a turisti e non, che dovrebbe contare sui cittadini prima che sulle istituzioni. Intanto cresce l'attesa per il Villaggio di Babbo Natale, che partirà il prossimo 28 novembre e si concluderà il 20 dicembre e sarà ospitato alla Mostra d'Oltremare, dopo il successo triennale - il primo esperimento fu fatto nel 2011 - avuto a Varcaturo, nella pineta Varca d'Oro. ©Riproduzione riservata