Venerdi 24 novembre 2017 14:00

Blitz anticontraffazione nel quartiere Sanità, scoperta fabbrica di scarpe false: due arresti
I militari sono stati insospettiti dallo strano viavai di persone nei pressi dei locali perquisiti

24 novembre 2016



NAPOLI - Scarpe, etichette, loghi, decalcomanie e targhette raffiguranti i marchi di note griffe. Questo il bottino sequestrato dai poliziotti dell'Ufficio Prevenzione Generale nel cuore del rione Sanità dove, in seguito ad un appostamento, gli agenti hanno scoperto e messo sotto sequestro una fabbrica che produceva scarpe contraffatte. A far sorgere il sospetto che in alcuni locali di Vico Santa Maria Antesaecula stesse avvenendo qualcosa di poco chiaro è stato il viavai di persone osservato dai militari nei pressi del fabbricato.

I poliziotti hanno quindi deciso di seguire un extracomunitario che, dopo essere uscito da una porta in ferro chiusa dall'interno, si è velocemente intrufolato nel locale accanto. L'uomo, un 47enne marocchino residente a San Giuseppe Vesuviano, alla vista delle forze dell'ordine ha tentato la fuga, ma è stato immediatamente bloccato insieme ad un altro cittadino marocchino di 32 anni.

Entrati all'interno dei locali gli agenti si sono trovati di fronte ad una vera e propria catena di montaggio di articoli contraffatti, sequestrando diverse macchine impiegate nella cucitura di etichette e nella stampatura a caldo di noti marchi come Adidas, Nike, Colmar, Louis Vuitton. Il locale successivo era stato invece adibito a deposito dei prodotti confezionati, ospitando al suo interno diverse paia di scarpe contraffatte, anch'esse sequestrate insieme ad una somma pari ad €577,00 rinvenuta nel cassetto di un mobile. I due extracomunitari, denunciati in stato di libertà, sono accusati di concorso nei reati di contraffazione ed uso di marchi contraffatti e ricettazione.

 

 

© Riproduzione riservata