Napoli. Lavori in via Marina, il consorzio: «Consegna a settembre»

25 gennaio 2017



NAPOLI - Il tratto di via Marina interessato dai lavori rischia di essere restituito ai napoletani dopo l'estate. Il consorzio che si sta occupando del restyling ha chiesto una proroga di otto mesi, fissando la data di consegna a settembre. La richiesta è motivata dai ritardi nei pagamenti, le difficoltà tecniche e i ritardi nella consegna di alcune partite di materiali. Il cantiere, sulla carta, doveva chiudere lo scorso 17 gennaio ma, allo stato dell'arte, la conclusione dei lavori appare ancora lontana. Il tratto di strada tra via Ponte dei Francesi e l'incrocio tra corso Garibaldi e via Amerigo Vespucci è ancora invaso dai cantieri. Una gincana lunga tre chilometri che, ogni giorno, si trasforma in un inferno di traffico e smog.

Sulla richiesta del consorzio dovranno pronunciarsi il Comune di Napoli e il Rup, responsabile unico del procedimento. L'ente potrebbe decidere di fissare la data di consegna in estate, anticipando di un paio di mesi il termine. Difficile - o quasi impossibile - che i lavori in via Marina finiscano entro marzo, come promesso non più tardi di due settimane fa dal sindaco de Magistris. Le voci che arrivano da Palazzo San Giacomo riferiscono di tecnici furenti per il ritardo, ma il consorzio fa spallucce.

Dei 15 milioni previsti come importo per realizzare i lavori, ne ha ricevuti poco meno della metà. Senza il saldo delle precedenti tranche, non si procederà all'acquisto dei materiali per concludere il restyling. Il Comune di Napoli, a sua volta, lamenta ritardi nel trasferimento dei fondi europei dalla Regione.

© Riproduzione riservata