Mercoledi 16 agosto 2017 15:19

Trans aggredita in piazza Garibaldi, l’appello di Arcigay Napoli: «Lo Stato intervenga»

25 gennaio 2017



NAPOLI - Qualche mese fa aveva denunciato di aver subìto più volte aggressioni verbali da parte di uno sconosciuto nella zona della Stazione Centrale di Napoli. Vittima dell'ennesimo episodio di discriminazione una donna transessuale, che nei giorni scorsi è stata nuovamente presa di mira dal suo aggressore, questa volta accompagnato a bordo della sua auto scura da altre quattro persone.

L'episodio è stato denunciato dall'associazione Arcigay Napoli, che parla di «un fatto increscioso che si ripete troppe volte e che riporta alla delinquenza legata al mercato della prostituzione». Una questione sensibile, di cui lo Stato finora non ha voluto farsi carico, come sottolineano Daniela Lourdes Falanga, responsabile per i diritti delle persone trans e il presidente dell'associazione, Antonello Sannino, che chiedono alle autorità un controllo più esteso del territorio, anche attraverso l'utilizzo di telecamere di videosorveglianza, e un «maggiore supporto alla vittime e alle donne costrette a prostituirsi per l'autosussistenza».

 

© Riproduzione riservata