Lunedi 23 ottobre 2017 04:29

Pentito in aula: «Ecco perchè i calciatori del Napoli vengono rapinati»




NAPOLI - «C'è un complotto contro i calciatori del Napoli ordito da Mastiffs. Le rapine sono delle punizioni per non aver presenziato agli eventi organizzati dai tifosi». Parole di Salvatore Russomanno, pentito di camorra, riportate da Il Mattino. Lo ha rivelato durante il processo per la rapina subita da Valon Behrami, a  cui era stato sottratto un orologio, collegato in videoconferenza con la IX sezione del Tribunale presieduta da Nicola Miraglia del Giudice rispondendo al pm Anna Frasca. La rapina al calciatore svizzero, secondo Russomanno, non sarebbe collegata alla vendetta di questa frangia di tifosi verso i giocatori azzurri. Rientrerebbero nel disegno, invece, i colpi ai danni di Cavani, Lavezzi e Hamsik. La rapina a quest'ultimo, per cui è imputato anche Raffaele Guerriero, non sarebbe stata compiuta da quest'ultimo, secondo Russomanno, ma da un altro soggetto attualmente non indagato. © Riproduzione riservata