Giovedi 17 agosto 2017 01:43

Si impossessava dei soldi di una cliente, denunciata impiegata di una banca di Napoli

25 maggio 2017



NAPOLI - Nei guai un'impiegata di banca di 52 anni di Napoli denunciata dai carabinieri della stazione di Capodimonte per appropriazione indebita.

La querela è scattata immediatamente dopo le verifiche da parte dei militari su un conto corrente di una 71enne insospettita da un ulteriore addebito al prelievo di 1500 euro che cadeva puntuale nello stesso giorno del mese da anni.

Dalle prime verifiche dei carabinieri è emerso che per tutti i prelievi "gonfiati" aveva operato la stessa cassiera. Per dare più spessore agli indizi, già rilevanti, alcuni militari in borghese hanno seguito la vittima fin dentro l’agenzia e, fingendosi clienti in attesa, hanno controllato a distanza le operazioni.

Non appena l’anziana ha preso i soldi hanno verificato l’esatta somma di denaro che le era stata consegnata, 1.500 euro. Subito dopo si sono recati dall'impiegata congelando la cassa dove era stata effettuata l’operazione. Dalla lista dei movimenti è uscita la prova del comportamento infedele dell’impiegata: all’anziana signora aveva consegnato 1.500 euro ma in realtà era stato annotato un prelievo dal conto di 2mila euro. Subito è stata perquisita l'impiegata trovando nella sua borsa, occultati in una piccola tasca, i 500 euro mancanti, tutti in banconote da 50 euro.

I soldi trafugati sono stati restituiti alla vittima mentre la cassiera è stata denunciata all’Autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata