Giovedi 21 settembre 2017 00:02

“Cavallo di ritorno” via Whatsapp a Pozzuoli, 24enne in manette




POZZUOLI - Il "Cavallo di ritorno", una pratica estorsiva vecchia di decenni che si sta però aggiornando grazie alle nuove tecnologie. A Pozzuoli un 24enne è finito in manette, con l'accusa di aver chiesto duemila euro a un giovane per la restituzione della sua auto, rubata venerdì scorso a Quarto. L'arrestato ha contattato la vittima del furto via Whatsapp con dei messaggi che, secondo i militari, contenevano una richiesta estorsiva. Il 24enne è stato tradotto presso la casa circondariale di Poggioreale. © Riproduzione riservata