Venerdi 22 settembre 2017 20:52

Terremoto in Centro Italia, la solidarietà di Napoli: raccolte aiuti a gonfie vele




NAPOLI - Il terremoto di ieri notte in Centro Italia ha sconvolto il Paese. Un evento disgraziato e inatteso che ha messo in ginocchio intere popolazioni. La macchina dei soccorsi si è attivata prontamente, con squadre e volontari in arrivo da ogni parte d'Italia. Ma c'è un'altra macchina, di uguale importanza, che si è azionata subito dopo il sisma: quella degli aiuti. Napoli ne è un ingranaggio attivissimo, con tanti punti attivi per la raccolta di beni di prima necessità. E' stata un successo, ad esempio, la raccolta organizzata in via Scarlatti dalla V Municipalità. Il gazebo è stato preso d'assalto da tanti residenti che hanno portato viveri, coperte e detergenti che saranno poi inviati nelle zone terremotate. Almeno un'altra decina di punti di raccolta sono attivi sul territorio. Ovunque, in città, c'è un punto dove si raccolgono beni da destinare a chi ha perso tutto. Sono attive parrocchie, associazioni, partiti politici, enti. Tutti vogliono far sentire la propria vicinanza al popolo reatino. La maggior parte dei punti di raccolta ha aperto i battenti oggi, ma la macchina della solidarietà a Napoli è partita già ieri. A Materdei gli attivisti dell'Ex Opg Je So' Pazzo hanno aperto i battenti a chi volesse donare qualcosa da portare sui luoghi del terremoto. Quanto raccolto sarà inviato oggi con un camion. Inizialmente gli organizzatori pensavano di portare il tutto con le proprie auto, ma l'iniziativa è andata oltre le più rosee previsioni.