Mercoledi 25 aprile 2018 00:48

Unioni civili, celebrate a Giugliano le prime nozze gay tra due donne
A renderlo noto è una dichiarazione congiunta dei Verdi, che sottolineano la grande prova di modernizzazione dei comuni campani nell'applicazione della legge Cirinnà




GIUGLIANO – Sono state celebrate questa mattina dal primo cittadino le prime nozze gay del Comune di Giugliano tra due donne di 40 e 56 anni. A darne notizia una nota congiunta dei Verdi sottoscritta dal consigliere regionale dei Francesco Emilio Borrelli, dal portavoce dell'area giuglianese, Giovanni Sabatino, e dal consigliere comunale Giuseppe D'Alterio, che sottolineano l’importante passo in avanti realizzato dalla legge Cirinnà nel campo dei diritti umani e civili del mondo LGBTI.

«Anche a Giugliano – si legge nella nota - è stata celebrata la prima unione in base alla legge Cirinnà che, dopo anni di richieste e fallimenti, ha finalmente riconosciuto il diritto delle persone dello stesso sesso ad avere una base giuridica su cui fondare la loro unione. Le unioni civili sono una conquista di civiltà e ora anche Giugliano contribuisce a questa maggiore attenzione verso i diritti di tutti che finalmente è arrivata anche in Italia».

«Anche nell'applicazione della legge Cirinnà – concludono i Verdi - la Campania sta dando prova di essere pronta a fare la sua parte nel processo di modernizzazione del Paese visto che nessun sindaco ha deciso di rallentare o impedire l'applicazione della legge come ha invece fatto la Lega». La prima unione civile nel territorio campano è stata celebrata a Salerno lo scorso 15 Settembre, seguita a stretto giro dalle nozze arcobaleno del sindaco di San Giorgio a Cremano, che ha pronunciato il sì con il suo storico compagno dopo sei anni di fidanzamento e tre di convivenza.

 

 

© Riproduzione riservata