Napoli, nasce la nuova piazza Plebiscito: tavolini, botteghe e ipogeo

26 gennaio 2017



NAPOLI - Siglato in Prefettura il protocollo d'intesa per la riqualificazione di Piazza Plebiscito e dei suoi spazi ipogei, sottoscritto dal sindaco di Napoli De Magistris, con il prefetto Gerarda Maria Pantalone, il direttore centrale per l'amministrazione del fondo edifici di culto del Ministero dell'Interno, prefetto Angelo Carbone, ed il direttore dell'Agenzia del Demanio Edoardo Maggini. Il documento codifica la volontà delle parti di proseguire nella riqualificazione della piazza, coinvolgendo anche il colonnato e lo spazio ipogeo al di sotto della Basilica di San Francesco di Paola.

Nuova vita per la piazza

«Due locali del colonnato serviranno creare l'accesso all'ipogeo, gli altri 12 saranno utilizzati per botteghe di artigianato e altro, sulla base di un bando che sarà messo a punto dalla Prefettura, nei tempi tecnici di 15-20 giorni», ha annunciato il prefetto Pantalone dopo le firme dell'accordo. Il progetto nasce dal tavolo interistituzionale a cui hanno partecipato assessorato all’Urbanistica, Provveditorato alle opere pubbliche e la Soprintendenza. Soddisfatto il sindaco de Magistris: «Se la piazza viene vissuta, se nei porticati ci sono locali, si fa artigianato, commercio e cultura, creando occupazione, è un fatto assolutamente positivo. La nostra filosofia politica è che i luoghi della cultura devono essere vissuti».

Apre l'area ipogea

Ma cosa prevede il progetto nel dettaglio? I locali sotto il colonnato della basilica ospiteranno le botteghe artigiane, che saranno attrattive soprattutto per i turisti e daranno vita ad una parte della piazza che, solitamente, è poco frequentata. Sarà visitabile l'area ipogea, che formerà un unicum con la Galleria Borbonica, creando un collegamento sotterraneo che da via Morelli porterà fino in piazza Plebiscito. Sì ai tavolini dei bar in stile piazza San Marco, ma con dei limiti. Le installazioni commerciali non dovranno stonare con il contesto dello slargo. Cambierà anche l'illuminazione che eliminerà i punti bui presenti attualmente, per dar vita alla piazza anche quando il sole tramonta.

© Riproduzione riservata