Venerdi 18 agosto 2017 14:27

Camorra, sparatoria a Ponticelli: un morto e ferito un passante




NAPOLI - Una persona è morta ed un'altra, che non era l'obiettivo dei sicari, è rimasta ferita in un agguato in via Palermo nel rione Conocal del quartiere di Ponticelli, a Napoli. É la stessa zona dove ventiquantt'ore prima il blitz dei carabinieri che ha portato all'arresto di 40 appartenenti a clan e dove gli investigatori con video hanno registrato la guerra tra clan e il clima violenza. L'agguato si è consumato ieri sera, intorno alle 20:330, dove a rimanere ucciso Ciro D'Ambrosio, 42 anni, pregiudicato per reati legati principalmente al contrabbando. Secondo le prime notizie fornite dalla polizia, l'uomo mentre si trovava in via Mario Palermo è stato colpito da alcuni sicari in diverse parti del corpo. Nel raid è rimasto ferito di striscio un ragazzo bengalese di 18 anni che si trovava alla fermata dei bus in attesa del mezzo. Soccorsi dal '118', i due sono stati portati nell'ospedale 'Villa Betania': D'Ambrosio è deceduto mentre lo straniero è stato medicato. Sul posto gli uomini del commissario di polizia di Ponticelli e gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli, supportati dalle pattuglie dell’ufficio prevenzione generale che, nel corso del sopralluogo, hanno rinvenuto e repertato sei bossoli. Attualmente gli investigatori sono al lavoro per ricostruire la figura della vittima ed appurare un eventuale coinvolgimento nella malavita organizzata del luogo. L’agguato arriva poche ore dopo un’importante operazione delle forze dell’ordine che ha riguardato l'area dei quartieri Ponticelli e Barra con l'arresto di 63 persone che, secondo gli investigatori, ha consentito di sgominare i clan Cuccaro-Adinolfi, De Micco e D'Amico, famiglie camorristiche in guerra tra loro per il controllo della zona orientale di Napoli. L'intervento a vasta scala ha consentito di «liberare il territorio da quella che era una vera e propria occupazione da parte dei clan», così come affermato dai pm. Gli appartenenti ai clan controllavano il territorio di Barra e Ponticelli, alla periferia orientale di Napoli, a bordo di grosse motociclette, con le pistole in pugno, pronti a sparare in pieno giorno. I video girati dai carabinieri riprendono i raid, sparatorie in strada tra la gente terrorizzata, persino davanti ai bambini. © Riproduzione riservata