Lunedi 25 settembre 2017 10:07

Tragedia al Policlinico della Federico II di Napoli: donna affetta da leucemia contrae il virus dell’aviaria, in coma




NAPOLI - E' stata ricoverata presso l'azienda ospedaliera dell'università Federico II per sottoporsi ad un trattamento che le avrebbe aumentato le sue difese immunitarie, in quanto affetta da una leucemia linfatica, invece versa in gravissime condizioni per aver contratto il virus H1N1, meglio conosciuto come quello dell'influenza aviaria. La vittima, una donna di 56 anni del centro storico di Napoli, secondo quanto riporta Il Mattino, agli inizi del mese di aprile si era recata al Policinico federiciano, nello stesso ospedale che nel 2013 fu curata per sconfiggere la malattia che l'affligge, per sottoporsi ad un trattamento speciale che avrebbe innalzato il suo livello di immunoglobuline. Ma vista l'indisponibilità dei letti nel reparto la donna viene rimandata di una settimana. Intanto, da quanto si apprende, ad occupare il posto letto destinato alla 56enne un uomo colpito dall’H1N1 e successivamente deceduto. Passata una settimana la donna finalmente può sottoporsi al trattamento ma subito qualcosa va storto: febbre alta che non accenna a scendere. Immediato un tampone faringeo per capire cosa non va, qui la tragica scoperta. La sfortunata ha contratto anche lei l'influenza aviaria e viste le sue precarie difese immunitarie subito viene trasferita al reparto di Rianimazione e indotta in coma farmacologico. Da quanto accertato, si ipotizza che la 56enne abbia contratto il virus in ospedale in quanto gli ambienti non sarebbero stati sanificati come da protocollo. Nel frattempo la donna versa in condizioni disperate e sola, essendo stata isolata. © Riproduzione riservata