Venerdi 20 ottobre 2017 18:04

Ospedale Monaldi, sit-in dei genitori dei bimbi che hanno subito trapianti: «Vogliamo certezze sull’assistenza»

26 aprile 2017



NAPOLI - Abbassamento dei livelli di assistenza per chi ha già subito un trapianto e sospensione dell'attività trapiantologica per un anno a partire dallo scorso 31 gennaio: sono questi i motivi per cui il comitato di genitori dei bambini trapiantati dell'ospedale Monaldi di Napoli, stanno protestando da stamane alle 09:00 davanti al nosocomio.

Il comitato da anni si batte perchè vengano garantiti i diritti ai bambini in questione. In particolare da quando il piano sanità della Campania ha messo a dura prova i livelli di assistenza anche per i bimbi che hanno subito un trapianto al cuore.

«Resteremo qui finchè il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, non verrà a darci sicurezze, o il professor Raffaele Calabrò, esimio cardiologo della struttura, ma soprattutto consigliere tecnico per la sanità all'epoca di questa riorganizzazione della rete trapiantologica in Campania, ci verrà a dire perché non risponde ai nostri appelli», hanno annunciato i genitori.

© Riproduzione riservata