Martedi 21 novembre 2017 05:35

Napoli, Palazzo degli Spiriti trasformato in un trampolino per tuffi acrobatici

26 giugno 2017



NAPOLI - «Sono anni che assistiamo a questo scempio: chi deve intervenire lo faccia  prima che succeda una tragedia». L'allarme lanciato dai residenti di Posillipo rischia di cadere anche quest'anno nel dimenticatoio: da tempo gli abitanti della zona denunciano infatti il pericolo in cui incorrono le decine di ragazzini che ogni estate trasformano il Palazzo degli Spiriti a Marechiaro in un vero e proprio trampolino per tuffi acrobatici nelle acque del parco sommerso della Gaiola.

Nonostante un cartello lo vieti espressamente, durante le giornate di sole l'enorme complesso viene preso letteralmente d'assalto da giovani e giovanissimi che, incuranti del pericolo, si tuffano dalla sommità del rudere abbandonato. «Non è necessario un cartello per capire che è rischioso – denunciano i residenti – è evidente che ci possano essere danni irreparabili; qualcuno intervenga prima che sia troppo tardi». Il sito in realtà è stato dichiarato area marina protetta nel 2002, ma niente è mai stato fatto per tutelare e preservare quello che viene considerato da molti come uno dei luoghi più belli e suggestivi di Napoli. «Questa è una struttura antichissima - scrive un utente su Facebook - che dovrebbe essere, in una città normale, salvaguardata in quanto patrimonio artistico; per quanto riguarda poi coloro che si tuffano, sono problemi loro».

© Riproduzione riservata