Giovedi 22 febbraio 2018 23:32

Caserta, evasione milionaria nella sanità: sequestri per tre società




NAPOLI - Gli uomini della Guardia di Finanza di Caserta hanno attuato un ordine di sequestro, disposto dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ai danni dei rappresentanti legali di tre società. Il provvedimento si colloca nell'ambito di un'indagine delle Fiamme Gialle, che ha permesso di scoprire un giro di evasione fiscale dal valore di 2,4 milioni di euro.

Le tre società - due operanti nel campo delle analisi mediche e una in quello delle pulizie - nel biennio 2009-2011 sarebbero riuscite ad aggirare il fisco emettendo false fatture su operazioni mai avvenute e su eventi sportivi mai svoltisi, dando vita a un giro di affari milionario che, una volta scoperto, ha condotto al sequestro delle disponibilità finanziarie e di alcuni beni immobili.

Le due società operanti nel campo delle analisi mediche farebbero capo a due fratelli di Caserta, già proprietari di altri centri di analisi in città e finiti anche loro nel registro degli indagati, che avrebbero evaso tasse per circa 800 mila euro. La società operante nel settore delle manutenzioni, invece, avrebbe prestato servizio proprio nei due centri di analisi finiti nel mirino delle Fiamme Gialle. Qui si è consumata la fetta più grande del giro di evasione, per un totale di 1,5 milioni di euro.

Fra le fatture false rinvenute dai militari, due hanno colpito in particolar modo gli inquirenti: una da 100 mila euro, emessa da una società di Londra, per cui le società in questione avrebbero sponsorizzato una regata velica che non si è mai svolta; l'altra da 290 mila euro, con causale un aumento di capitale.

© Riproduzione riservata