Torre del Greco, stangata in appello per Borriello: condanna ad un anno

27 gennaio 2017



TORRE DEL GRECO - La Corte di appello del tribunale di Napoli ha condannato ad un anno di reclusione e un anno di sospensione dai pubblici uffici il sindaco di Torre del Greco Ciro Borriello. La condanna è stata inflitta nell'ambito di un procedimento per presunti omissioni in materia di abusivismo edilizio che vedeva imputati ex vigili urbani e dipendenti dell'ufficio Tecnico comunale. La sentenza ribalta il verdetto di primo grado, durante il quale Borriello era stato assolto con formula piena.

Il primo cittadino torrese è stato condannato per soppressione di atto vero per un verbale di un'attività commerciale prima redatto e poi sparito. Il sindaco Borriello non rischia la sospensione per effetto della legge Severino dal momento che la pena riportata è inferiore ai due anni previsti dalla legge. È infatti stato assolto dall'altra accusa, di abuso d'ufficio, in merito a controlli ordinati per un vetrina ritenuta abusiva. Pesanti le condanne per i maggiori imputati del processo. Per tutti la possibilità di ricorrere in Cassazione.

 

© Riproduzione riservata