Martedi 26 settembre 2017 09:28

Angri, urina su un muro: giovane centrocampista finisce in ospedale
Un giovane calciatore di soli 17 anni è finito in ospedale dopo un episodio accaduto nell'intervallo del match tra Angri e Sanseverinese

27 marzo 2017



SALERNO - Nuovo episodio di violenza sui campi della Campania. Un giovane centrocampista della Sanseverinese è finito in ospedale dopo essere stato colpito al polpaccio da una bottiglia di vetro lanciata dagli spalti. È avvenuto ieri allo stadio "Novi" di Angri. Durante l'intervallo del match, valido per il campionato di Promozione, il giovane si sta riscaldando a bordo campo. Improvvisamente viene colpito dal bisogno di andare in bagno. Non rientra negli spogliatoi ma "approfitta" di un muro a bordocampo. Il gesto fa infuriare i tifosi ospiti. Su quel muro, infatti, ci sarebbe raffigurato San Giovanni.

Dopo l'incidente, il giovane viene trasportato in ospedale. I dirigenti dell'Angri negano che il giovane sia stato effettivamente colpito, anzi stigmatizzano il suo gesto. In casa Sanseverinese, invece, c'è rabbia per l'episodio. «I loro tifosi hanno invaso il campo per tre volte, il ragazzo ha avuto paura. Sono dovuti intervenire i carabinieri», ha dichiarato a Repubblica il presidente onorario della Sanseverinese Antonio D'Auria.

© Riproduzione riservata