Sabato 18 novembre 2017 03:48

A Tor di Quinto spunta una lapide in memoria di Ciro Esposito




ROMA - Una lapide in cartone in memoria di Ciro Esposito è comparsa questa mattina a Roma, in viale Tor di Quinto, lì dove il giovane tifoso del Napoli venne ferito mortalmente da un colpo di pistola sparato dall'ultrà giallorosso Daniele De Santis, poche ore prima il fischio di inizio della finale di coppa Italia con la Fiorentina nel maggio 2014. «Ormai è arrivato il momento della grande finale - si legge - Ah, che gioia nel mio cuore, dopo una settimana faticosa, un momento tutto mio con la mia squadra del cuore, un saluto al mio amore, un abbraccio a mammà e vado a Roma; non è lontana, con il mio zainetto vado, parcheggio e avviandomi verso lo stadio, un boato davanti a me. Bambini che urlano, gente che scappa, io mi fiondo per aiutare ma d’improvviso mi accascio al suolo, sono confuso, non ricordo. Ora in ospedale, capisco che qualcosa mi è capitato, a me hanno sparato, io che sono un bravo ragazzo, lavoro, tutto per la famiglia, fidanzata, la mia passione per il Napoli. Vedo mammà che mi stringe la mano, 50 giorni di calvario, ma qui è già qualcuno è venuto per portarmi in uno stadio dove la violenza non c’è, tutto è azzurro come il mio Napoli. Ora vi saluto, qui riposo in pace. Ciro non va dimenticato perché per il Napoli si è sacrificato. Mo’ lasciatemi andare, mi aspettano allo stadio, dove razzismo, odio e delinquenza non possono entrare». Attraverso la pagina Facebook Associazione Ciro Vive, la famiglia Esposito ha voluto ringraziare coloro che hanno reso omaggio alla memoria del ragazzo: «A Tor Di Quinto e' stata apposta questa bellissima lapide in memoria e ricordo di Ciro. Non sappiamo quando e chi l'abbia fatto ma ringraziamo di cuore chiunque abbia compiuto questo nobile gesto». lapide ciro esposito   © Riproduzione riservata