Giovedi 14 dicembre 2017 18:04

Carabinieri irrompono in un summit di camorra a Giugliano, sei fermati




GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA) - Colpo grosso dei carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania e del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. I militari hanno fatto irruzione in un summit di camorra, arrestando sei persone, ritenute affiliate o contigue a 2 clan operanti a Napoli e provincia. Nelle tasche degli arrestati sono stati trovati un rilevatore di microspie e ben 6.000 euro in denaro contante. I carabinieri li hanno sorpresi in un complesso residenziale di Giugliano in Campania su via Santa Caterina da Siena “attrezzato per la riservatezza” con 3 impianti di videosorveglianza composti da ben 18 telecamere. Al tavolo del summit, riferisce l'agenzia Omninapoli, c’era un sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno a Napoli,  ritenuto elemento di spicco del clan camorristico dei “Contini”, trovato in compagnia di un incensurato 47enne del luogo contiguo ai “Mallardo”, un 53enne napoletano e uno 28enne ritenuti affiliati al clan "Contini" e due fratelli di 57 e 54 anni, di uno è ritenuto un affiliato di spicco al clan dei “Tolomelli”. Dopo gli arresti, i militari hanno provveduto a smantellare e sequestrare i 3 impianti di videosorveglianza e le 18 telecamere posizionate a protezione del locale allestito come “sala riunioni protetta”. Un arrestato è in attesa di rito direttissimo. Le posizioni degli altri soggetti sono ancora al vaglio degli investigatori. © Riproduzione riservata