Domenica 24 settembre 2017 16:02

Allarme amnesia a Napoli. Gravi tre adolescenti, indagano i carabinieri




NAPOLI - Gli spacciatori la presentano come la droga che fa dimenticare tutto. L'amnesia, misto tra marijuana di pessima qualità e metadone (o eroina), è però un miscuglio letale di sostanze stupefacenti che può provocare gravi danni. Si assume fumandola e - probabilmente - in questo modo tre adolescenti napoletani ne hanno fatto uso, riportando disturbi neurologici. 16, 18 e 19 anni, appartenenti alla "Napoli bene", avrebbero acquistato la droga in un locale del centro, assumendola poi sul lungomare. A settimane dal consumo della droga, la più piccola del terzetto, sedicenne, non solo continua ad accusare disorientamento ma ha pure difficoltà a camminare. Il suo non è un caso sporadico. Ci altri adolescenti in città che stanno accusando problemi di salute in seguito all'assunzione di amnesia. Questo nuovo stupefacente non ha ancora "sfondato" sul mercato napoletano della droga dove cocaina e hashish continuano ad andare per la maggiore. La produzione, il confezionamento e lo spaccio dell'amnesia viene ricondotto alla camorra che, tramite i propri pusher, l'avrebbe portata nei locali del centro, dove i giovani stanno iniziando a farne uso. I risultati delle analisi condotte dalla polizia Scientifica evidenziano come si tratti di una droga potenzialmente devastante per la salute. L'amnesia è molto diversa dalla semplice marijuana, anche negli effetti. Non si tratta, per intenderci, del comune spinello. E' una droga più potente che può provocare perdita di memoria, ma allo stesso tempo anche mancanza di concentrazione, attacchi d’ansia e paranoia. Il metadone o le altre sostante usate per confezionare amnesia (si sono registrati alcuni casi di dosi prodotte con l'uso degli acidi contenuti nelle batterie delle automobili) spruzzate sulla marijuana crea un mix micidiale che può provocare danni irreversibili a livello cerebrale. © Riproduzione riservata