Venerdi 18 agosto 2017 20:24

Napoli, donna picchiata da uno scippatore. Extracomunitario sventa la rapina




NAPOLI - Una donna, dipendente del Comune di Napoli, è stata vittima di un tentativo di rapina e di violenza questa mattina, alle 6.40, a Piazzale Tecchio, mentre si dirigeva in ufficio per lavoro, sotto gli occhi atterriti di diversi passanti. È accaduto tutto molto velocemente, quando il rapinatore era abbastanza vicino ha tentato di sottrarle la borsa, con scarsi risultati, decidendo così di scaraventarla per terra e prenderla a pedate in pieno viso. Scene raccapriccianti, che fanno accapponare la pelle se si aggiunge che lì, in quel momento, erano presenti almeno altre cinque persone che non hanno mosso un dito, eccetto una. Si tratta di un extracomunitario che, accortosi di quanto stava accadendo, è intervenuto mettendo in fuga il facinoroso e salvando anche la borsa della malcapitata. Gli spettatori, intanto, capendo che era il caso di contribuire in qualche modo, hanno allertato la polizia e il 118. La donna, che ha riportato diverse ecchimosi al viso ed escoriazioni al corpo, ha però rifiutato il servizio di pronto intervento e si è diretta verso il commissariato della Polizia di Stato per sporgere denuncia e chiedere maggior controllo della zona in questione «che - a detta della povera vittima - di mattina presto e nel tardo pomeriggio si svuota e diventa terra di nessuno». È senz'altro singolare il fatto che sia stato proprio un extracomunitario a fermare il facinoroso, confermandosi il secondo caso in città dopo quello del 35enne nigeriano che sventò un'altra rapina, quella volta consumatasi al centro storico. Un bell'esempio per i portabandiera del "tornatevene a casa vostra", i quali talvolta potrebbero restare a guardare e imparare, magari restando in silenzio, com'è che si sta al mondo in una società civile.