Giovedi 23 novembre 2017 12:14

Salute, Napoli: una crema può curare alcuni tumori della pelle




NAPOLI – Non sempre il tumore della pelle necessita di un trattamento chirurgico. In molti casi può essere sufficiente l’utilizzo di una crema. È quanto emerso durante il convegno "Tumori cutanei e sole, prevenzione e trattamento" presieduto dai professori universitari Giuseppe Monfrecola e Giuseppe Argenziano, docenti rispettivamente presso la Federico II e la Seconda Università di Napoli. Nell’incontro si è parlato di tumori della pelle e della stretta correlazione tra l’insorgenza di un tumore epiteliale e le lunghe e prolungate esposizioni ai raggi ultravioletti. «Quando si parla di tumore della pelle tutti pensano subito al melanoma – ha spiegato Argenziano – I tumori epiteliali sono invece delle lesioni cutanee che insorgono comunemente in persone di carnagione chiara e di età avanzata e spesso sono la diretta conseguenza dell’esposizione cumulativa ai raggi ultravioletti». Solo in Campania si stimano ogni anno 18mila nuovi casi di tumori della pelle l’anno. «Grazie ai progressi fatti in questi anni – prosegue il docente - nelle forme più superficiali possiamo intervenire con creme immunostimolanti, crioterapia e terapia fotodinamica». Fondamentale come sempre la diagnosi precoce dello specialista, oltre che una solida cultura della prevenzione che dovrebbe metterci in guardia di fronte alla comparsa dei primi segnali d’avvertimento: «In genere – conclude Argenziano - le forme superficiali appaiono come macchie e chiazze di colore rosso, sormontate da squame e croste. Le forme più avanzate appaiono invece come delle rilevatezze, i noduli, che spesso sono ulcerati in superficie. Con l’ausilio della dermoscopia, la diagnosi diventa ancora più accurata».