Martedi 19 settembre 2017 22:35

Processo Eco4, i legali di Cosentino: «Mai arrivati voti dalla camorra»




SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE) - «I voti della camorra non sono mai andati a Cosentino, né quest’ultimo ha mai dato un contributo concreto al rafforzamento del clan dei Casalesi. Questo processo presenta un vuoto probatorio ed è basato su suggestioni e assiomi e su dichiarazioni di pentiti inattendibili e personaggi che si professavano paladini della legalità e che poi abbiamo scoperto aver fatto cose molte gravi». Così gli avvocati di Nicola Cosentino, Stefano Montone e Agostino De Caro, durante l’arringa del processo cosiddetto "Eco4", in corso al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, in cui l’ex sottosegretario del Pdl è imputato per concorso esterno in associazione camorristica.

Nell’udienza del 13 ottobre scorso il pm della Dda di Napoli aveva chiesto, al termine della requisitoria, 16 anni di carcere per Cosentino, parlando di «prove schiaccianti» in un processo da lui definito «tra i più gravi d’Italia».

© Riproduzione riservata