Martedi 21 novembre 2017 14:40

Napoli, tritolo per attentato al procuratore Colangelo: in manette quattro persone

28 febbraio 2017



BARI - Sono quattro le condanne emesse dal Tribunale di Bari nei confronti di altrettanti individui, accusati di essere stati coinvolti nel tentativo di organizzare, unitamente ai cartelli camorristici campani, un attentato ai danni di Giovanni Colangelo, procuratore della città di Napoli.

Il Gup del Tribunale del capoluogo pugliese, infatti, avrebbe emesso condanne comprese fra i cinque anni e quattro mesi e i quattro anni e otto mesi per quattro persone, fra le quali sarebbe comparso anche il nome di un noto trafficante di armi.

In particolare, gli imputati sono stati accusati di aver custodito e preparato il trasporto del tritolo in Campania. L'esplosivo, infatti, fu trovato dai carabinieri sotto un albero di fronte la tenuta di un boss, a Gioia del Colle, paese di residenza di Colangelo, nel Barese.

Restano ancora da chiarire, tuttavia, la precisa destinazione del materiale esplosivo e il luogo dove presumibilmente si sarebbe dovuto consumare l'attentato.

© Riproduzione riservata