Domenica 24 settembre 2017 21:19

Un murale dedicato a Bud Spencer è apparso su un muro di via Imparato a Napoli




NAPOLI - Sono passate poche ore dalla morte di Bud Spencer ma Napoli si è già mossa per ricordare uno dei suoi figli più amati. Un murale dedicato all'artista scomparso è apparso in via Ferrante Imparato a Ponticelli, periferia orientale della città. L'opera è firmata da Raffo, nome d'arte di Raffaele Liuzzi, che ha voluto omaggiare con la sua arte l'indimenticabile interprete. A fianco della riproduzione dell'inconfondibile volto di Bud Spencer, la frase «io non sono italiano, sono napoletano», tipica dell'attore. Con lo street artist partenopeo si sono complimentati Gianni Simioli, conduttore de "La Radiazza", e Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi. I due, dopo il murale, auspicano che Bud Spencer possa essere ricordato con un toponimo «come è capitato con i De Filippo, Totò, Troisi, Pino Daniele e tanti altri napoletani che, con la loro cultura, hanno reso ancor più grande la storia della nostra città». Per dedicargli una via o una piazza nell'immediato, però, bisognerà bypassare la normativa che prevede l'intitolazione dopo almeno dieci anni dalla morte. Occorre una particolare autorizzazione, ricevuta già lo scorso anno per intitolare una via a Pino Daniele. © Riproduzione riservata