Giovedi 17 agosto 2017 17:26

Napoli, freddato in discoteca per una sigaretta negata: minore condannato a 23 anni
Per lo stesso omicidio è stato condannato a 20 anni anche un altro minorenne, amico del baby killer

28 novembre 2016



NAPOLI - Il Tribunale dei Minorenni di Napoli ha condannato a 23 anni di reclusione S.I., autore dell'efferato omicidio di Maurizio Lutricuso, il 24enne ucciso con sette colpi di pistola davanti ad una discoteca di Pozzuoli la notte tra il 9 e il 10 febbraio 2014. A scatenare la rissa culminata in tragedia una sigaretta negata dalla vittima al suo assassino, che all'epoca dei fatti aveva poco più di 16 anni.

Il minorenne era in compagnia di una comitiva di amici, ritenuti dagli inquirenti affiliati al clan Sibillo-Giuliano meglio noto come la "paranza dei bambini". Per lo stesso omicidio un altro giovane affiliato al baby clan del centro storico è già stato condannato a 20 anni di reclusione.

 

 

© Riproduzione riservata