Sabato 25 novembre 2017 07:33

Sequestrata e violentata per giorni a Villaricca, 17enne salvata dai carabinieri




VILLARICCA (NA) - Rapita, sequestrata e costretta a subire violenze per quattro giorni: questa la triste vicenda, iniziata lo scorso 21 dicembre, di una 17enne albanese giunta in Italia da poche settimane e tratta in salvo dagli uomini dei Carabinieri. Tutto ha avuto inizio pochi giorni prima della vigilia di Natale, lunedì 21 dicembre, quando la ragazzina, uscita di casa per fare quattro passi, viene rapita. Una scomparsa che in un primo momento non ha destato preoccupazione, i suoi familiari hanno sporto denuncia solo il 24 mattina, quando quella che poteva sembrare una bravata di gioventù ha innescato i campanelli d'allarme. Poi la chiamata di alcuni amici ai parenti della vittima: la ragazza sta bene, assicurano, ma vuole i suoi documenti. Una telefonata che ha destato anche il sospetto dei carabinieri, che hanno deciso di recarsi sul posto accordato con i familiari per consegnare la carta d'identità della giovane. All'appuntamento si presenta una donna che dopo poco ammette di essere un'intermediaria, grazie alla quale i militari riescono a risalire al casolare nel quale i rapinatori avevano segregato la ragazza, a Castel Volturno. È lì che trovano la ragazza, che era tenuta senza cibo e sottoposta ad interminabili violenze, un bieco tentativo del suo aguzzino di trasformarla in una prostituta. La giovane è stata prelevata e condotta in caserma, mentre il suo rapitore, un connazionale di 42 anni, è stato tradotto in carcere e dovrà rispondere dei reati di sequestro di persona, violenza sessuale aggravata e induzione alla prostituzione minorile. ©Riproduzione riservata