Venerdi 22 settembre 2017 17:20

Senza cibo e assistenza da mesi, scoppia la protesta dei migranti nel centro di Acerra

29 aprile 2017



ACERRA - Clima teso all'interno del Centro di accoglienza straordinaria di Acerra che accoglie da mesi decine di profughi in attesa di ricevere i documenti. Da qualche giorno infatti alcuni migranti hanno indetto lo sciopero della firma in segno di protesta contro le condizioni igienico-sanitarie in cui versa il Cas e le scarse possibilità di integrazione e mediazione all'interno del Centro. Le porzioni di cibo distribuite quotidianamente non basterebbero inoltre a sfamare l'intera comunità migrante, costretta a condividere un unico bagno tra decine di persone.

Da quì la decisione di indire lo sciopero della firma, col rischio di perdere il beneficio dell'accoglienza. I profughi chiedono che venga assicurata loro assistenza e condizioni di vita più dignitose dichiarando peraltro di non essere stati messi in contatto con mediatori e personale in grado di informali sui loro stessi dirittti in qualità di richiedenti protezione internazionale. 
© Riproduzione riservata