Martedi 21 novembre 2017 05:36

Pesca di frodo nel golfo di Sorrento, sequestrati 35 chili di datteri di mare: tre persone denunciate

29 aprile 2017



SORRENTO - I militari del Nucleo di polizia giudiziaria della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia hanno sequestrato 35 chili di datteri di mare nelle acque del golfo di Sorrento. Gli agenti hanno scoperto tre pescatori di frodo all’interno dell’area marina protetta di Punta Campanella: i tre hanno cercato di fuggire a bordo di un gommone di cinque metri ma sono stati fermati da una motovedetta e denunciati. L'imbarcazione, che è stata sottoposta a perquisizione, conteneva attrezzature da pesca, oltre che un grosso martello e una pinza utilizzati dai datterai per staccare i frutti di mare dalla scogliera.

«Il danno ambientale che si procura alla flora ed alla fauna marina nell’attività di estrazione illegale del dattero di mare è enorme - spiegano gli uomini della Capitaneria di porto - in quanto si tratta di un mollusco bivalve che cresce all’interno di buchi che scava nella roccia sott’acqua, motivo per cui per pescarli è necessario distruggere e devastare interi tratti di costa. I consumatori di datteri di mare dovrebbero essere coscienti della gravità della loro azione e del fatto che, oltre a pagare prezzi incredibilmente elevati i datteri, rischiano di essere pesantemente sanzionati e di contribuire alla distruzione dell'ambiente».

© Riproduzione riservata