Martedi 26 settembre 2017 16:25

Maltempo in Campania: sprofondamenti, voragini e allagamenti. La zona più colpita la provincia di Napoli




MELITO DI NAPOLI - Nuove voragini e sprofondamenti a causa del maltempo. Questa volta la zona più colpita è la provincia di Napoli, in particolare Afragola dove una spaventosa voragine si è aperta al corso Napoli, inghiottendo un'auto parcheggiata, in seguito alla bomba d'acqua che si è abbattuta sulla città alle prime luci dell'alba. Danni anche a Marano dove è franata per l'ennesima volta via Santa Maria a Pigno, arteria a ridosso del quartiere Chiaiano e del Comune di Mugnano, bloccando i residenti presso le proprie abitazioni. Edifici evacuati, invece, ad Arzano. Qui, nel centro storico, tre palazzi sono a rischio crollo. Carabinieri e vigili del fuoco presidiano la zona. L'eccezionale precipitazione di stanotte ha lasciato un segno pesantissimo anche a Grumo Nevano, in via Pola, attualmente chiusa al traffico: la sede stradale è sprofondata per circa un metro, causando il distacco di un muro maestro di un palazzo. Fortunatamente non ci sono state vittime. I vigili urbani hanno fatto sgomberare una decina di famiglie, anche degli edifici attigui a quello interessato dal crollo. Non lontano da via Pola, una seconda emergenza: parte della sede stradale dove è ubicato il comune, si è abbassata di una decina di centimetri, nello stesso posto dove un anno fa si aprì una maxi voragine, i cui lavori di riempimento sono terminati solo qualche mese fa. Disagi alla circolazione si sono registrati su gran parte della provincia di Napoli. Il tratto dell'autostrada A30 Caserta-Salerno, compreso tra lo svincolo di Nocera-Pagani e il raccordo Salerno-Avellino verso Salerno è stato chiuso al traffico a causa dell'allagamento del raccordo Salerno-Avellino, che non è di competenza di Autostrade per l'Italia. Gli allagamenti hanno causato la formazione di traffico intenso. Tuttora si rileva una coda di 8 chilometri in direzione Salerno. Notte di paura anche nel beneventano. La pioggia ha causato a Sant'Agata dei Goti allagamenti e piccoli movimenti franosi, mentre a Valle Telesina si sono verificati smottamenti: colpito il comune di Paupisi, già gravemente danneggiato dall'alluvione del 15 ottobre scorso. © Riproduzione riservata