Lunedi 23 ottobre 2017 21:02

Castellammare di Stabia, gli esami confermano: il 18enne di Agerola è morto di meningite
Gli esami effettuati dal nosocomio stabiese in collaborazione con il Cotugno di Napoli hanno confermato la positività per «neisseria meningitidis»

29 dicembre 2016



CASTELLAMMARE DI STABIA - Il 18enne di Agerola, deceduto ieri pomeriggio all'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, è morto di meningite. La diagnosi è stata confermata in una nota diffusa dall'Asl Napoli 3 Sud in seguito agli esami effettuati dalla struttura stabiese in collaborazione con il Cotugno di Napoli. «Il dipartimento di prevenzione Asl Napoli 3 Sud - si legge nel comunicato - si è subito attivato per effettuare l’indagine epidemiologica e, tramite il servizio di epidemiologia e prevenzione, ha immediatamente contattato e predisposto la profilassi e le misure di sorveglianza previste e riservate a tutti coloro che avevano avuto contatto stretto con il paziente, adoperandosi anche per l’individuazione di eventuali contatti ad alto rischio».

Di fronte al diffondersi di facili allarmismi l'Azienda ospedaliera ha ribadito che non esiste al momento una situazione di emergenza, motivo per il quale «non sono previste modifiche all’attuale piano di prevenzione vaccinale antimeningococcica che prevede l’offerta attiva e gratuita del vaccino contro il meningococco C ai nuovi nati e fino all’età di 18 anni, nonchè ai soggetti di qualunque età in presenza di patologie, in particolare di quelle che deprimono il sistema immunitario e che di conseguenza espongono ad un maggior rischio di infezione». «L’Azienda Sanitaria Asl Napoli 3 Sud monitorerà costantemente i risultati della sorveglianza per l’adozione di eventuali misure supplementari», recita la nota. Il pronto soccorso e tutti i reparti del nosocomio stabiese in cui è deceduto il 18enne sono sono stati immediatamente sottoposti a profilassi antibiotica e risultano «pienamente funzionanti in completa sicurezza».

© Riproduzione riservata