Mercoledi 20 settembre 2017 09:30

Furto sacrilego a Napoli: profanata la chiesa del Gesù Vecchio




NAPOLI - Cinque angioletti di ottone dorato, una statua risalente al 1807, orecchini, anelli di brillanti e una collana dell'Ottocento con rose di corallini ricamate su argento, oggetto di grande devozione da parte di migliaia di fedeli: è questo il bottino del furto sacrilego avvenuto all'interno della chiesa del Gesù Vecchio in via Giovanni Paladino, nel cuore del centro storico di Napoli. L'ipotesi è che si sia trattato di un furto su commissione, perchè, come spiega monsignor Alfonso Punzo, «gli angioletti erano stati collocati nel corredo liturgico solo da una settimana». Lo stesso monsignore lancia poi un disperato appello a chiunque abbia visto o sentito qualcosa: «Chi è a conoscenza di qualsiasi informazione utile parli, si metta in contatto con il rettore, o con gli agenti del commissariato dei Decumani, presso cui ho presentato denuncia». © Riproduzione riservata