Martedi 12 dicembre 2017 20:39

Villa Literno. Via le ecoballe da Taverna del Re, inizia la rimozione




VILLA LITERNO - E' iniziata oggi la rimozione delle ecoballe dal sito di Taverna del Re, nel comune di Villa Literno. Il primo passo verso l'addio definitivo all'emergenza rifiuti, scoppiata dieci anni fa. Ci vorranno tre anni per liberare l'intera regione dai cubi ripieni di immondizia, uno scandalo da 5 milioni e 600 mila tonnellate. Le ecoballe saranno trasferite in Spagna e Portogallo, con la Romania che entrerà in gioco in un secondo momento. Sulla reale destinazione dei carichi di rifiuti, prima della partenza per l'estero, c'è stretto riserbo. Le voci che volevano le balle in transito verso la Calabria e la provincia di Avellino avevano scatenato le proteste della popolazione del luogo. Le autorità, in ogni caso, garantiscono che non ci saranno trasferimenti entro il territorio regionale e nelle aree limitrofe. L'operazione della rimozione delle ecoballe dalla Campania costerà circa 500 milioni. Soldi stanziati dal governo e gestiti dalla Regione. In questa fase si lavorerà per trasferire i primi due lotti già aggiudicati, per un quantitativo di quasi 500 mila tonnellate. "LA CAMPANIA DIVENTERA' LA TERRA DEI FIORI" - «È iniziata l'avventura: ci vorranno due anni, due anni e mezzo, ma ripuliremo tutta la Campania. Comincia questa mattina un'operazione che cancellerà la Terra dei Fuochi e farà nascere la terra dei fiori», ha dichiarato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della conferenza stampa. «Si tratta di un mezzo miracolo, una grande operazione di legalità. Noi combattiamo i poteri criminali nei territori, non nei salotti televisivi. Quello di oggi è un evento storico. È la prima grande operazione di bonifica ambientale e di legalità». Agli ingressi del sito presente anche una delegazione di dipendenti del Consorzio di bacino: hanno affisso all'ingresso uno striscione ricordando che da 43 mesi non percepiscono gli stipendi. © Riproduzione riservata