Mercoledi 20 settembre 2017 02:26

Estate senz’acqua per 16 Comuni in provincia di Napoli, l’allarme della Regione
Notti a secco per i Comuni dell'area nord occidentale di Napoli e dell'area flegrea. Coinvolti anche gli ospedali La Schiana di Pozzuoli e il San Giuliano di Giugliano

30 maggio 2017



NAPOLI - Si preannuncia un'estate difficile per sedici Comuni della provincia di Napoli dell'Ato 2 a causa della difficoltà dell'approvvigionamento idrico. A lanciare l'allarme è la Regione Campania che in una nota ha comunicato: «Bisogna risparmiare sui consumi e usare in maniera più responsabile un bene essenziale per la vita umana: l'acqua». Queto l'appello della Direzione generale per l'Ambiente e l'Ecosistema di palazzo Santa Lucia avvertendo che la carenza di risorse idriche, che già interessa diversi territori da alcune settimane, ha subito negli ultimi giorni un ulteriore aggravamento a causa del «severo e perdurante decremento della capacità di alimentazione di tutte le fonti disponibili, nonché dall'impossibilità di attingere ad altre risorse».

I Comuni interessati dalla crisi sono quelli dell'area nord occidentale e dell'area flegrea. In questi sono interessati quattro ospedali di cui due di grandi dimensioni come quello di La Schiana di Pozzuoli e il San Giuliano di Giugliano, una casa di cura convenzionata e numerosi centri sanitari.

Da quanto reso noto nell'immediatezza si avrà una riduzione della portata idrica ai consumi del 20-30 per cento nelle ore notturne.

L'invito è dunque evitare sprechi. Un problema di non poco conto se si tiene conto della presenza di industrie che utilizzano acqua potabile per scopi che non richiedono un livello qualitativo elevato. Pertanto la razionalizzazione dei consumi d'acqua per alcuni amministratori comunali, dietro consiglio della Regione, è quello di limitare le forniture idriche alle utenze industriali solo per il consumo umano e per quelle lavorazioni per le quali non è possibile utilizzare la doppia fonte. Ma non solo, invitare anche i residenti ad una corretta utilizzazione delle risorse idriche nel rispetto delle direttive comunitarie.

© Riproduzione riservata