Domenica 20 agosto 2017 02:29

Nuovo sequestro da 2,5 milioni di euro ad un imprenditore dei casalesi




NAPOLI - Nuovo colpo della Guardia di Finanza alla camorra dei casalesi. Nei giorni scorsi i militari - come informa un comunicato - hanno sottoposto a sequestro un patrimonio illecito del valore complessivo di circa 2,5 milioni di euro, riconducibile a Alfonso Cacciapuoti, esponente di spicco del clan dei Casalesi - fazione Francesco Schiavone alias "Cicciariello". Noto negli ambienti criminali come "capa bianca", l'uomo, attualmente detenuto, era allevatore di bufale, prima di essere condannato a 14 anni di reclusione per associazione a delinquere di stampo camorristico, nell'ambito del processo "Spartacus 3". Cacciapuoti è entrato nel mirino della legge nel 2008 quando, nella documentazione informatica sequestrata a Vincenzo Schiavone, emerse anche la sua figura, quale capozona di Grazzanise e comuni limitrofi, fin dai tempi di Bardellino. Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha ora confermato la pericolosità sociale del medesimo soggetto, applicando allo stesso la misura di prevenzione patrimoniale del sequestro di tutto il patrimonio a lui direttamente e indirettamente riconducibile, consistente in 5 rapporti finanziari, 5 terreni, un'azienda bufalina con circa 200 capi di bestiame, 3 autoveicoli e un cavallo di razza. © Riproduzione riservata