San Giorgio a Cremano: traffico di armi tra Libia e Iran, il sindaco Zinno: «Grazie alla Dda di Napoli»

31 gennaio 2017



SAN GIORGIO A CREMANO (NA) - «Voglio ringraziare la Dda di Napoli per la delicata indagine che ha condotto ed in particolar modo il nostro concittadino Catello Maresca.  Ovviamente, si tratta di una vicenda che nessuna particolare ricaduta ha sul nostro territorio sotto il profilo della sicurezza e sono fiducioso che su questa incredibile storia si farà presto luce grazie all'operato dalla magistratura». E' quanto ha dichiarato a caldo il sindaco di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napo, Giorgio Zinno, in riferimento ai provvedimenti di fermo emessi nei confronti della coppia accusata di traffico internazionale di armi destinate sia ad un gruppo dell'Isis attivo in Libia sia all'Iran.

«Personalmente - ha aggiunto - conosco molto poco la donna interessata dall'arresto: so che era una ex amministratrice degli anni '80/'90 e proprietaria di un ristorante nella nostra città, ma mai avrei immaginato che potesse essere implicata in una indagine del genere».

© Riproduzione riservata