Martedi 24 ottobre 2017 02:25

Appalti truccati al Cotugno, indagato il direttore generale

31 marzo 2015



NAPOLI - Nove immobili confiscati e 2 milioni e 250mila eurosottoposti a sequestro. È il bilancio dell'operazione condotta questa mattina dal nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza, nell'ambito di un'indagine avviata dalla Procura di Napoli su presunti illeciti nel sistema di aggiudicazione di alcune gare d'appalto indette dall'ex azienda ospedaliera dei Colli Monaldi Cotugno e assegnate a due ditte.

Nel mirino della magistratura è finito il direttore generale della struttura sanitaria, ma anche funzionari, imprenditori e pubblici dipendenti. Secondo quanto emerge dalle indagini, sarebbero ben sei le gare d'appalto che risultano illecitamente vinte da società ricondubili al contesto dei soggetti indagati: in particolare l'ente pubblico avrebbe provveduto, tramite bonifico bancario, al pagamento integrale delle somme dovute, senza che fossero mai stati eseguiti i lavori pubblici oggetto della gara. L'operazione condotta dai militari del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli costituisce l'ultimo atto di un'indagine che aveva già portato all'esecuzione di 6 ordinanze di misure cautelari a carico di un gruppo di imprenditori indagati per associazione a delinquere finalizzata all'emissione di fatture per operazioni inesistenti e all'occultamento e distruzione di documentazione contabile, nonchè al sequestro di beni per 5 milioni di euro.

© Riproduzione riservata