Martedi 21 novembre 2017 02:55

Parole offensive verso Napoli in un libro di scuola, Borrelli: «Sia ritirato»

31 marzo 2017



Napoli, una città da segnalare solo per la densità abitativa che «supera gli 8000 abitanti per km quadrato» e per «i forti problemi sociali». Non è il contenuto di un post razzista sui social ma quanto riportato in libro di testo, adottato in tante scuole italiane. Geocommunity, un libro della Zanichelli, scritto da Manlio Dinucci, Federico Dinucci e Carla Pellegrini, è finito nel mirino del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. «Gli inaccettabili pregiudizi verso Napoli arrivano sempre più spesso anche nei libri di testo che si usano nelle scuole con il rischio, concreto, di alimentare ancor di più i pregiudizi stessi e le diffidenze tra Nord e Sud».

«Nel raccontare le caratteristiche delle maggiori città italiane - prosegue Borrelli -, mentre per Roma, Milano, Bologna, Genova e Torino si evidenziano aspetti positivi, anche con parole entusiaste, per Napoli si ricorda solo che c’è un’alta densità abitativa ed esistono forti problemi sociali, dimenticando tutte le cose positive che ha la nostra città». «Chiediamo al ministro della Pubblica istruzione, Fedeli, di vietare l’uso di questo libro nelle scuole italiane perché è chiaramente offensivo verso Napoli e i napoletani», ha aggiunto Borrelli per il quale «la casa editrice farebbe bene a ritirarlo autonomamente dal commercio, scusandosi anche con i napoletani per il testo offensivo usato, soprattutto se messo a confronto con le parole usate per le altre città».

© Riproduzione riservata