Lunedi 11 dicembre 2017 12:38

Choc a Eboli: 13enne accende un petardo e perde un occhio e la mano sinistra
Tra i primi soccorritori proprio la madre del 13enne, che disperata ha richiesto l'intervento dell'ambulanza

31 dicembre 2016



EBOLI (SA) - E' sempre più allarme botti illegali a poche ore dalla notte di Capodanno, l'ultima vittima dei fuochi fuorilegge si è registrata questa mattina a Eboli, in provincia di Salerno, dove un ragazzino di appena 13 anni ha perso un occhio e la mano sinistra.

La dinamica

L'adolescente, secondo quanto si apprende, si trovava in strada con un gruppo di amici quando ha acceso la miccia del petardo. L'esplosione lo ha però colto di sorpresa, al punto che il 13enne non solo non è riuscito a fuggire via, ma non ha neanche avuto il tempo di proteggersi il viso con le mani.

Drammatica corsa in ospedale

Drammatiche le scene successive alla deflagrazione le urla di dolore della vittima hanno richiamato decine di persone che sono scese in strada. Tra i primi soccorritori proprio la madre del 13enne, che disperata ha richiesto l'intervento dell'ambulanza. Immediato l'intervento di un'ambulanza che lo ha trasferito in ospedale, dove purtroppo il responso del personale medico è stato traumatico: il ragazzino ha perso l'uso della mano sinistra e dell'occhio sinistro, ed ha riportato gravi ustioni anche alla mano destra. Nelle prossime ore verrà trasferito in un centro specialistico. A riportare la notizia l'edizione online de Il Mattino.

© Riproduzione riservata