Venerdi 17 agosto 2018 10:54

Napoli velata, la mostra di Oreste Pipolo a San Severo al Pendino

02 febbraio 2017

Un progetto fotografico che racconta la storia di un artista. Ogni scatto descrive non solo un pezzo di città, di vita, emozioni e stati d'animo, ma anche e soprattutto l'evoluzione di un uomo che ha fatto della fotografia il suo pane quotidiano ben lontano dal poter essere definito un lavoro.

Oreste Pipolo venendo a mancare due anni fa ha lasciato un patrimonio artistico inestimabile, un progetto fotografico praticamente concluso se non per alcuni dettagli che le figlie Miriam e Ivana hanno voluta completare realizzando il volume Napoli Velata con la prefazione di Domenico Iannaccone. Un velo che cade sulle persone, sulle statue, sulle opere architettoniche, descrivendo storie e angoli di Napoli. Come lo stesso Pipolo spiegava: «Il mondo vero si trova dietro a un velo. Con queste fotografie voglio mostrare e alludere a tante espressioni della città. A quelle delle persone che la vivono e ai suoi drammi: per esempio, l’incendio a Città della Scienza. Il velo è da sempre un simbolo di protezione.»

La mostra sarà inaugurata sabato 4 febbraio alle 17:00 nella chiesa di San Severo al Pendino a via Duomo e resterà aperta al pubblico fino al 18. Dal lunedì al sabato dalle 9 alle 19

© Riproduzione riservata