Martedi 22 agosto 2017 22:35

Agli scavi di Pompei giù le barriere architettoniche, inaugurato il percorso per i disabili
Il ministro Franceschini entusiasta: «Due anni e mezzo fa sono venuto a Pompei per la prima volta da ministro per i crolli. Adesso facciamo crollare le barriere architettoniche»

02 dicembre 2016



POMPEI (NA) - Giù le barriere architettoniche al sito archeologico di Pompei. Alla vigilia della giornata europea per i diritti delle persone disabili, il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha presenziato all’inaugurazione di "Pompei per Tutti", il più grande itinerario facilitato di visita ad un’area archeologica, in Italia.

L’itinerario, tra i primi al mondo, oltre che in Italia, che consentirà ai disabili con difficoltà motorie di visitare gran parte del sito archeologico, è stato realizzato nell’ambito del Grande Progetto Pompei. Illustrato dal direttore generale Luigi Curatoli e dal direttore della Soprintendenza di Pompei, Massimo Osanna, il percorso senza barriere architettoniche rappresenta un atto di civiltà nella difesa dei diritti delle persone disabili.

«Due anni e mezzo fa - ha spiegato il ministro - sono venuto a Pompei per la prima volta da ministro per i crolli. Adesso facciamo crollare le barriere architettoniche. Sicuramente si tratta di un primo passo perchè se ne dovranno fare ancora molti altri».

© Riproduzione riservata