Sabato 23 settembre 2017 00:29

Torna al Pan “Rock”, la grande musica in mostra a Napoli




Torna al Palazzo delle Arti di Napoli “Rock!5”, la più grande mostra napoletana dedicata al mondo della musica, ideata e curata dai due giornalisti Carmine Aymone e Michelangelo Iossa. Da sabato 6 giugno a domenica 19 luglio, il Pan sarà invaso da un’enorme serie di gadget, strumenti musicali, fotografie, manifesti d’epoca, vecchie radio e, naturalmente, centinaia di vinili. Per quest'edizioni sono attesi oltre quindicimila ingressi, da aggiungere ai sessantamila delle quattro edizioni precedenti, proprio come dichiarato dall'Assessore alla Cultura e al Turismo della città di Napoli, Nino Daniele: « una manifestazione che ha conquistato ormai un posto importante nel calendario culturale napoletano e che, dopo il grande successo di pubblico delle edizioni precedenti, promette di essere ancora più ricca e interessante.»

Tre le sezioni espositive principali su oltre duemila metri quadri, suddivisi tra atrio, secondo piano ed area loft dell’edificio, su via dei Mille. La prima, allestita al secondo piano del Pan, sarà "Pino! I mille colori del lazzaro felice", una delle retrospettive più grandi mai realizzate per Pino Daniele, dopo la sua scomparsa lo scorso 4 gennaio. Gli oggetti in esposizione saranno presi in prestito dall’assortimento personale di Vincenzo Calenda, Francesco De Martino e Cristiano Betelli, che hanno messo a disposizione gratuitamente le loro collezioni. Sarà quindi possibile ammirare  alcune chitarre originali, utilizzate personalmente dal cantautore partenopeo. Come la Gibson Super 400 Ces, apparsa sulla copertina di “Un uomo in blues”, o un esemplare di “Luis Panormo”, della seconda metà dell’Ottocento, immortalata sulla copertina di “Mascalzone Latino”, o l’acustica Eko, scelta da Pino per la session fotografica del suo primo singolo “Che Calore!”. I curatori della mostra, i giornalisti e critici musicali Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, hanno realizzato una docufiction dal titolo “Napule e’ ‘na camminata – I luoghi di Pino”. «Abbiamo immaginato – raccontano gli autori – di far scoprire i luoghi di Pino attraverso il racconto di un nonno, Lucio Allocca, che camminando per le strade di Napoli ne svela la storia e le leggende alla nipote: Marta Maiulli. Il lavoro è arricchito dagli interventi musicali di Pino Ciccarelli, Martina Striano e Valerio Silvestro che offrono delle splendide interpretazioni di brani celebri del Lazzaro felice». Dopo le quattro proiezioni in anteprima nazionale la docufiction sarà visibile all’interno della quinta edizione della mostra ROCK! (PAN – Palazzo delle Arti di Napoli dal 6 giugno al 19 luglio 2015 – ingresso libero) durante i giorni della kermesse nella “sala proiezioni” (Sala Vargo Film) inserita nell’ampia area dedicata alla mostra su Pino Daniele. Presente anche una scultura a grandezza naturale del “Lazzaro felice”, realizzata dagli artisti dei laboratori di Ferrigno, tra i più celebri maestri dell’arte presepiale partenopea. Immancabile, un totem che riprodurrà numerosi brani di Pino (messi a disposizione da Radio Rai e dal Centro di produzione Rai), nonché scaffali di autografati, foto, pass per concerti storici, libri e gallery fotografiche (realizate da Dino Borelli, Enzo Buono, Giuseppe D’Anna, Stefania Furbatto, Luigi Maffettone, Fiorella Passante, Riccardo Piccirillo e Lino Vairetti). Dal rocker e bluesman napoletano, si passerà poi ai Pink Floyd, con l'esposizione al piano superiore del Pan. Le sale ospiteranno in anteprima mondiale scatti inediti del "Live at Pompeii", film-concerto diretto da Adrian Maben, che il gruppo girò tra il 4 ed il 7 ottobre 1971 nell’antico anfiteatro degli scavi archeologici pompeiani. Quarantacinque anni dopo, “Rock!” esporrà dieci delle trenta immagini inedite, realizzate all’epoca da Jacques Boumendil, direttore della fotografia del film. Le altre 20 saranno parte di un’ampia mostra, gemellata, che si terrà dal 9 giugno al 19 luglio nelle sale espositive del Comune di Pompei. Mercoledì 10 Maben sarà ospite della mostra per un incontro pubblico in cui gli sarà consegnato il premio “Rock Legend! 2015”. Ancora, nell’area loft si esporranno le “copertine animate” di Juan Betancourt, uno dei più celebrati artisti digitali mondiali. Sua l’idea di “rendere vive” alcune cover dei più grandi dischi nella storia della musica: dal celeberrimo prisma  di “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd, agli album dei Metallica, Michael Jackson, Perarl Jam, Ac/Dc e molti altri. In occasione della mostra napoletana, il maestro, di origine venezuelana, presenterà in esclusiva il suo personale omaggio a Pino Daniele, avendo lavorato sulla copertina di tre suoi album: “Terra Mia”, “Pino Daniele”, e “Tutta n’ata storia - Vai mò – Live in Napoli”. Spazio infine a “The sound of music: storia delle macchine parlanti e delle radio”. La sezione, curata per il quinto anno consecutivo da Raffaele Grieco, propone un insieme di diversi apparecchi audio d’epoca e contemporanei. Un viaggio nella storia della riproduzione sonora, attraverso alcune delle principali tappe che, negli ultimi decenni, hanno condotto alla realizzazione dei registratori digitali a stato solido. In occasione dell’inaugurazione della Mostra Rock!5, che si svolgerà  nelle sale del Pan, l’ANM (partner ufficiale della’evento) ha deciso di dare il suo contributo. Il 6 giugno 2015, in contemporanea alla presentazione di Rock!5, in tutte le metro e le funicolari della città saranno diffuse le canzoni di Pino Daniele. © Riproduzione riservata