Sabato 18 novembre 2017 00:00

Pompei, Osanna: «Pensiamo di introdurre l’ingresso a numero chiuso»




POMPEI - Sono troppi 35mila visitatori in un giorno solo per gli scavi di Pompei. La pensa così il soprintendente, Massimo Osanna, che ha annunciato di essersi già messo in contatto con il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, per mettere a punto, in vista della prossima domenica ad ingresso gratuito, un nuovo piano di sorveglianza che contempla, a quanto pare, l'aumento dei controlli e la programmazione degli ingressi, presumibilmente a numero chiuso. «Potrei per settori ipotizzare di contingentare l'afflusso di visitatori bloccando gli ingressi oltre i 15-20mila - ha dichiarato Osanna - Ma la proposta può essere anche quella di visite con itinerari programmati, ampi, perché nemmeno si può pensare di far confluire una tale massa di persone in un'unica zona degli Scavi». © Riproduzione riservata