Dipinti di Van Gogh rubati nel 2002, finalmente fanno ritorno ad Amsterdam
"La spiaggia di Scheveningen prima di una tempesta"e "Una congregazione lascia la chiesta riformata di Nuenen", i due dipinti di Van Gogh ritrovati in casa di un narcotrafficante a Castellammare di Stabia, saranno esposti al museo di Capodimonte fino al 26 febbraio 2017. Poi faranno ritorno ad Amsterdam

07 febbraio 2017



NAPOLI - Dopo 14 anni finalmente tornano "a casa" i due dipinti di Vincent Van Gogh rubati dal museo di Amsterdam il 7 dicembre del 2002.

I capolavori, dal valore inestimabile, furono ritrovati dalla Guardia di Finanza in casa di un narcotrafficante legato al clan camorristico Amato-Pagano.

"La spiaggia di Scheveningen prima di una tempesta", olio su tela del 1882 e "Una congregazione lascia la chiesta riformata di Nuenen", altro olio su tela del 1884, erano avvolti in uno straccio da cucina, abbandonati in un locale in un'abitazione a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli.

Il ritrovamento lo scorso mese di settembre, ieri la riconsegna dalle autorità olandesi nel corso di una cerimonia presso il museo di Capodimonte a Napoli, alla presenza del comandante generale delle fiamme gialle, il generale Giorgio Toschi, e di numerosi esponenti delle forze dell'ordine e della magistratura.

I dipinti, annoverati dall'Fbi tra le "top ten art crimes", saranno esposti, in esclusiva per il pubblico, nel museo partenopeo fino al prossimo 26 febbraio 2017, in una stanza attigua a quella che ospita i capolavori di Caravaggio. Le opere, che al momento del ritrovamento, erano in buone condizioni, sono state dissequestrate e torneranno in Olanda, paese natale del celebre pittore, a fine mese.

© Riproduzione riservata